di Giorgio Ghiringhelli


IL MOVIMENTO POLITICO CHE NON MOLLA MAI L'OSSO

Losone, 24.7.2007 

Collaborazione regionale ? Uno specchietto per allodole… 
 

Da anni quei politici del Locarnese che sono contrari alle aggregazioni comunali ripetono lo stesso ritornello : i problemi si possono risolvere con la collaborazione  fra i Comuni.  Poi , alla prova dei fatti, solo in rare occasioni questa collaborazione viene messa in atto e ancor più raramente se ne vedono i frutti concreti. Il più delle volte non ci si parla, si litiga e ognuno va per la sua strada. Forse è anche una questione di pigrizia e/o di mancanza di tempo . Perché collaborare significa incontrarsi, fare riunioni, discutere, trovare compromessi : e non tutti hanno la voglia, il tempo , le energie e la predisposizione caratteriale per farlo. Insomma, nella realtà la tanto sbandierata collaborazione è quasi sempre uno specchietto per le allodole messo lì per incantare i cittadini e far loro credere che le aggregazioni non sono necessarie e che tutti i problemi di cui soffre il Locarnese si risolveranno per il meglio con qualche telefonata. Già qualche anno fa il movimento del Guastafeste, su iniziativa dell’allora consigliere comunale Pietro Vanetti, aveva scritto ai 325 consiglieri comunali dei Comuni fra Brissago e Gordola invitandoli a una riunione  per discutere di un progetto per il finanziamento e il coordinamento delle opere di importanza regionale. Risultato ? Nella sala del Teatro Kursaal di Locarno ci trovammo solo in otto ! Recentemente ho avuto un altro esempio della poca voglia di parlarsi che c’è nella nostra regione. In risposta a un’ interpellanza con la quale chiedevo al Municipio di Losone di farsi promotore di incontri regolari fra i capidicastero del turismo degli 11 Comuni facenti parte dell’Associazione Sponda destra del Verbano, il Municipio ha fatto sapere di aver effettuato un sondaggio fra gli interessati, con i seguenti risultati :  Orselina, Muralto e Minusio hanno risposto di non intravedere né un’interesse né un’esigenza (sic !) a organizzare simili incontri regolari.  Ascona, Locarno , Brione s/Minusio e Gordola non hanno neppure risposto (!). Solo Brissago, Ronco s/Ascona e Tenero hanno risposto in modo positivo. Sconsolante e vergognoso ! Alla luce di questa deludente situazione il Municipio losonese , demotivato, ha lasciato cadere la proposta e ha accantonato pure l’idea di organizzare annualmente una giornata di studio su temi legati al turismo. Se si pensa che il turismo è il motore principale dell’economia locarnese, vien quasi da piangere di fronte all’inerzia di questi politici. E fa riflettere anche il fatto che fra i Comuni che non hanno neppure risposto ci sono proprio quelli – Ascona e Locarno – che si stanno accapigliando per la presidenza dell’Ente turistico lago Maggiore.  In mezzo a tanto squallore c’è però un esempio positivo di collaborazione da citare. Da oltre un anno, ancora per iniziativa di un “guastafeste”, ossia del municipale losonese capodicastero della cultura Pietro Vanetti (come ha riconosciuto la vicesindaco di Locarno, Tiziana Zaninelli, in un articolo intitolato “Un anno di incontri tra Comuni per operare assieme” apparso sul periodico informativo “La Nuova Locarno” nel novembre 2006), i capidicastero della cultura degli 11 Municipi summenzionati si incontrano regolarmente e discutono di cultura in chiave regionale. Grazie a questi incontri, e allo spirito di collaborazione creatosi fra gli interessati, è stato ad esempio possibile trovare un accordo fra i vari Comuni per sottolineare i 60 anni del Festival del film con l’acquisto di una nuova cabina di proiezione e il varo di varie manifestazioni. Perché quel che è stato possibile fare in campo culturale non lo si può fare anche per il turismo e per altri importanti settori affidati agli amministratori comunali ( si pensi alla socialità, allo sport, alla pianificazione del territorio, alla sicurezza pubblica, alla politica giovanile , alla politica energetica e cosi via ) ? Cari sindaci e municipali, se siete contrari alle aggregazioni dimostrate con i fatti e non solo a parole che siete almeno favorevoli alla collaborazione regionale!  

                                                            Giorgio Ghiringhelli, Losone 



 
Return To Top