di Giorgio Ghiringhelli


IL MOVIMENTO POLITICO CHE NON MOLLA MAI L'OSSO

Giorgio Ghiringhelli                                                                  Losone, 8 marzo 2005

Via Ubrio 62

6616 Losone 

      Agli organi di informazione 
 

Il CC di Losone invita il Gran Consiglio ad approvare il preannunciato ricorso a favore di uno studio per la fusione del Circolo delle Isole !

  

Egregi redattori,  

ho per voi una notizia molto importante che concerne un tema di grande attualità nel Locarnese : quello delle fusioni.

Come ricorderete, verso la metà dello scorso mese di febbraio il Consiglio di Stato (accogliendo le proposte del Dipartimento istituzioni)  aveva deciso di non dar seguito alla petizione lanciata dal movimento del Guastafeste e portata poi avanti da un Comitato presieduto da Luca Realini e coordinato dal sottoscritto con la quale 827 cittadini avevano chiesto nel giugno del 2003 di avviare uno studio per l’aggregazione dei Comuni del Circolo delle Isole (Losone, Ascona, Brissago e Ronco s/Ascona). Una decisione da me definita scandalosa , incoerente e ambigua e che non teneva conto né della legge (secondo la quale una richiesta del genere poteva essere avanzata dal 10 % dei cittadini di almeno due Comuni) né della volontà popolare.

Avevo fra l’altro preannunciato che contro questa decisione avrei presentato un ricorso al Gran Consiglio, cosa che verrà fatta entro l’inizio della prossima settimana. Nel giustificare questa decisione il Dipartimento delle istituzioni, in un comunicato stampa del 15 febbraio, aveva fra l’altro fatto capire che i tempi non erano ancora maturi e che i Municipi dei Comuni interessati “si erano tutti espressi contro l’avvio di uno studio di aggregazione nei termini prospettati dalla petizione”.

Ebbene, durante la seduta del Consiglio comunale di Losone svoltasi ieri sera ho proposto di votare una risoluzione (il cui testo è riprodotto qui sotto) con la quale in sintesi il Legislativo invita il Gran Consiglio ad approvare il ricorso che verrà presentato. Incredibile ma vero : la risoluzione è stata approvata da tutti i partiti e quasi all’unanimità, con 31 voti favorevoli (6 socialisti, 8 PLR, 7 UDC, 3 Guastafeste con i Verdi  e 7 PPD) e 2 astensioni (PPD).

Dal Legislativo del Comune più grosso del Circolo delle Isole è insomma uscita una decisione che sconfessa la strategia scelta dal Dipartimento istituzioni ed avallata dal CdS e dai quattro Municipi interessati e che costituisce davvero un segnale fortissimo non solo per il Gran Consiglio che dovrà esaminare il ricorso ma pure per la raccolta di firme in atto attualmente sulla sponda opposta della Maggia ( che trarrà certo giovamento e nuovi stimoli dall’esito di questa votazione) .

Da notare che la risoluzione è stata votata pure dal consigliere comunale nonché granconsigliere e nonché presidente cantonale del PS Manuele Bertoli . Pochi giorni fa, in occasione del dibattito sulle fusioni svoltosi a Minusio, anche il presidente del PLR Giovanni Merlini aveva detto di non aver capito bene la decisione del CdS “di frustrare sul  nascere un’iniziativa che, sulla base della legge, chiedeva semplicemente uno studio sui vantaggi e gli svantaggi di un’aggregazione del Circolo delle Isole”.

Con queste due  prese di posizione di “peso” , che si aggiungono a quella pure molto significativa e “pesante” del Legislativo losonese, prende dunque sempre più corpo la possibilità di un  ribaltamento della decisione del CdS da parte del Gran Consiglio. Quindi non è da escludere che già nei prossimi mesi il CdS dovrà nominare la commissione  incaricata di portare avanti il primo concreto progetto di aggregazione dell’agglomerato urbano locarnese.

A nome del Comitato per la fusione del Circolo delle Isole e del suo presidente Luca Realini non posso che ringraziare i colleghi del Legislativo losonese per la loro “storica” decisione ed esprimere  l’augurio che il Gran Consiglio saprà cogliere questa occasione per dare quella scossa di cui tutto il Locarnese ha grande e urgente bisogno. Dopo tante parole, insomma, è ormai tempo di passare ai fatti : tanti non l’avevano ancora capito, ma il Legislativo di Losone ha dimostrato di averlo capito ! A titolo personale dirò che la decisione del CC mi ripaga di qualche amarezza e della gran mole di lavoro svolta in questi anni per portare avanti questo progetto. 

                     Cordiali saluti               Giorgio Ghiringhelli 

_______________________________________________________________________________ 

Ed ecco il testo della risoluzione :

  

Nella seduta del 7 marzo 2005 il CC di Losone 

  • ha preso atto della decisione del 14.2.05 del CdS di non dar seguito per ora alla petizione consegnata il 4 giugno 2003 dal Comitato per la fusione del Circolo delle Isole, e sottoscritta da 827 cittadini, con la quale si chiedeva l’allestimento di uno studio per l’aggregazione dei Comuni di Losone, Ascona, Brissago e Ronco s/Ascona
  • ha pure preso atto dell’intenzione del Comitato promotore di inoltrare contro tale decisione un ricorso al Gran Consiglio
 

e in considerazione del fatto che  

  • la richiesta era stata sottoscritta da un numero sufficiente di cittadini in base ai requisiti richiesti dalla legge
  • secondo l’art. 4 della Legge sulle aggregazioni il CdS può respingere una proposta di fusione solo e unicamente se la stessa “è manifestamente incompatibile con gli obiettivi di politica cantonale in tema di aggregazioni”
  • l’ipotesi di fusione nel Circolo delle Isole è prevista dalla pianificazione cantonale e la sua “compatibilità” con la stessa non è dunque messa in discussione
 

invita 

il Gran Consiglio ad accogliere senza ulteriori ritardi il ricorso che verrà  presentato dal Comitato del Circolo delle Isole, e ciò  nel pieno rispetto della Legge  e di quella volontà  popolare cui la stessa Legge voleva dare maggior peso (cfr. rapporto commissionale) 

e  infine osserva 

che pur dando avvio subito a una formale procedura di aggregazione la votazione consultiva non potrà verosimilmente aver luogo prima della fine del 2008 e dunque ci sarà tutto il tempo per fare quell’ampio dibattito a livello regionale ritenuto indispensabile dal CdS  : anzi, tale dibattito sarà ancora più interessante e completo non appena si disporrà del necessario studio di aggregazione formale che dovrà essere fatto in ogni caso. 
 



 
Return To Top